Connect with us

Degustazioni - Dégustations

Un Vitigno Autoctono Piemontese fuori dall’Italia? Si, quello di Jasper Hill convince particolarmente Sebastien Ferrara che condivide il suo assaggio

Sebastien Ferrara

Published

on

I vini in assaggio erano molti quel giorno…me lo ricordo bene.

La degustazione era mirata su diversi vini francesi, bianchi e non, alcuni dei quali alla cieca. Proprio uno di questi assaggi mi ha colpito particolarmente.

Appena è stato servito… ammiravo il colore e la luminosità che rispecchiava.

Decisamente trasparente con un colore aranciato profondo… poteva dire tante cose e nessuna allo stesso tempo perchè il colore era molto preciso.

Dopo qualche istante di ammirazione…ho avvicinato il calice al naso e subito mi sono accorto che i frutti erano maturi… ma un maturo molto avvolgente non stancante, era complesso.

Al palato ho notato una buona freschezza, equilibrata da tannini presenti, ma molto setosi, finissimi. Pieno e di ottima struttura. Un vino decisamente armonico e fatto molto bene.

Ma allora dove siamo? Qual è il vitigno? Chi lo produce ? Che annata può essere?

Beh… non si può indovinare proprio tutto.

Comunque bisogna ragionare… allora il frutto di cui vi ho parlato prima era quasi esotico, una sorta di mango maturo.. ma poi usciva la ciliegia e il lampone.. eh!

Tra amici ci scambiavamo qualche parere…solo chi aveva portato il vino conosceva il prodotto e nessun altro.

Il mio ragionamento mi ha portato a dire poco dopo, che alcuni  profumi li ritrovavo in alcuni Sangiovesi e altri sentori invece nel Nebbiolo. Però quella parte esotica non è da Sangiovese e nemmeno Nebbiolo. Avevo già assaggiato quel vino qualche anno fa, ma la memoria non mi ha aiutato quel giorno.

Quello che si poteva intuire oltre alle note descritte, fu la qualità del vino. Eccellente a mio avviso!

Sapido, elegante e fresco.

Bene, dopo una quindicina di minuti in chiacchiere e considerazioni la bottiglia è stata svelata.

NEBBIOLO, JASPER HILL, GEORGIA’S PADDOCK 2015 !!!

Straordinario. Puro ed emozionante, vibrante e con grande carattere da gentiluomo.

Me ne sono innamorato. Degustare vino significa, il più delle volte, essere curioso e non focalizzarsi su territori senza ampliare le proprie conoscenze altrove.

Bisogna innanzitutto condividere vini con le persone giuste per scambiarsi pareri e crescere, ma la cosa più importante, resta quella di assaggiare sempre il più possibile vini che provengano da ogni angolo del mondo, anche in quelle zone dove il potenziale è minore, perchè si arricchisce il bagaglio della mente, rafforzando le degustazioni successive.

Jasper Hill è tra le più famose aziende di vino dell’Australia con una produzione tutto sommato ragionevole in termini di numeri.

Un vitigno autoctono Italiano in Australia vi chiederete?

Eh già… è da un po di anni che si coltivano vitigni come per esempio la Glera nella Yara Valley, mentre in altre zone come Adelaide Hills nello stato di Victoria si coltiva anche del Nebbiolo.

Esiste una particolare zona a nord di Melbourne che ha una condizione climatica molto simile a quella Piemontese, con clima temperato da venti delicati e colline.

Ma qualcuno, qui, nel lontano 1993 decise di piantare del Nebbiolo… il grande Ron Laughton di Jasper Hill.

Pensate che questo vino ancora prima di essere messo in commercio è già esaurito.. ma non perchè sia Nebbiolo o Australiano, perchè è BUONO e se ne produce davvero poco.

Nella Heathcote, dove ha sede la l’azienda Jasper Hill i terreni sono piuttosto profondi, di colore ruggine e drenanti con un misto di argilla e ghiaia verso le alture.

Nessun prodotto chimico viene utilizzato in vigna e nemmeno in cantina chiaramente, i vigneti sono biologici, no insetticidi, erbicidi, fungicidi e fertilizzanti artificiali. Producono un loro compost biologico per il nutrimento delle piante. Utilizzano anche trattori molto leggeri per evitare l’impatto troppo invasivo sul suolo.

Ognuna di queste accortezze aiuta certamente il vino ad essere unico nel suo genere.

Un altro produttore che mi viene in mente nella Yarra Valley è Luke Lambert che produce un Nebbiolo molto buono.

Il Georgia’s Paddock Nebbiolo è tra i più delicati Nebbioli fuori dei confini Italiani.

A Jasper Hill sono davvero bravi, assaggiate anche gli altri vini che producono, fatti tutti con lo stesso criterio, pulizia e precisione.

Sebastien Ferrara

Direttore e Sommelier

Ristorante Enrico Bartolini Mudec

Milano

https://www.instagram.com/sebastien_ferrara/?hl=it

Sebastien Ferrara è il direttore e sommelier del Ristorante Enrico Bartolini Mudec, 3 stelle Michelin a Milano. Ha effettuato eccellenti esperienze lavorative in Francia, Inghilterra e Svizzera per diversi anni nel settore della ristorazione.

1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: La cantina Cameron, a Dundee nella Willamette Valley. Siamo in Oregon la terra dei vitigni di importazione francese ma anche italiana. – Giovanni Curcio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici – Suivez nous

Tag

CATEGORIE/catégories