Connect with us

Storie - Histories

Un vino curioso… Raccontato da Sebastien Ferrara

Giovanni Curcio

Published

on

Oggi vi porto nella zona del Gavi in Italia,  precisamente nell’azienda Cascina degli Ulivi di Stefano Bellotti.

L’azienda è sulle colline di Novi Ligure in provincia di Alessandria in Piemonte

Oltre ad occuparsi di vino, hanno anche una buona produzione agricola e di allevamento .

La produzione di vino “Naturale” se non erro, è iniziata nel 1977 ma nel 1984 passarono alla biodinamica e zero solfiti aggiunti.

La produzione dell’azienda è rivolta a vini bianchi, rossi e vini dolci. Vi racconterò un vino che a mio avviso è molto buono, il vino bianco Filagnotti 2010.

In quell’area ma soprattutto nella denominazione del Gavi l’uva principale è il Cortese, un vitigno autoctono del Piemonte ma forse originario del Comune di Tortona ed in provincia di Alessandria.

Oggi è presente in diverse zone, per esempio in Oltrepo Pavese e sul Lago di Garda.

La maggiore estensione di questo vitigno ad oggi è nel Tortonese e in Provincia di Alessandria.Vitigno che da rese molto vigorose e costanti ma ha tanti problemi legati all’oidio e la botrite.

Pensate che quella del Gavi è la seconda Docg d’Italia.

La parcella di cui vi parlo si chiama appunto Filagnotti, vigna coltivata in biodinamica, su un terreno pieno di argilla e ferro con una ottima esposizione tra sud e sud ovest.

Questo 2010 presenta dei profumi molto floreali ed eleganti. Dopo poco tempo la sua sapidità anche al naso si fa sentire, decisamente piacevole.

Al palato è fresco e pieno, avvolgente e grasso. Una nota citrica rimane sulle labbra per diverso tempo.

è  un vino che può invecchiare anche 10-15 anni.

L’etichetta tra l’altro è simpatica… anche l’occhio vuole la sua parte.

Sebastien Ferrara

Direttore e Sommelier

Ristorante Enrico Bartolini Mudec

Milano

https://www.instagram.com/sebastien_ferrara/?hl=it

Sommelier au restaurant Lucas Carton à Paris. Ses passions: le vin, la viticulture, les voyages dans les vignobles et la gèographie des vignes; ...ah oui, les cèpages!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici – Suivez nous

Tag

CATEGORIE/catégories