Connect with us

Storie - Histories

Conoscete la bevanda nazionale del Benin ? Sebastien Ferrara ci trasporta in Africa.

Sebastien Ferrara

Published

on

Il Sodabi è la bevanda nazionale del Benin, (stato dell’Africa occidentale, conosciuto in passato come Dahomey) inventato da uno dei fratelli Sodabi rientrato dalla Francia e dalla guerra tra il 1918 ed il 1920.

Aveva portato con sé la tecnica della distillazione rubata con gli occhi qua e là dai Francesi ed insieme al fratello inizió a mettere in pratica questa arte con altre materie prime.

Ma di cosa si tratta questo Sudabi?

In primis i due  fratelli partirono dalla distillazione di banane molto mature, poi con l’esperienza che acquisirono sia nella distillazione che nella ricerca,  provarono ad ottenere un alcol con una % maggiore fino al 70% distillando vino di Palma.

Pensate che attualmente è la bevanda alcolica più popolare del Benin, seducendo grande parte dell’Africa Occidentale e il Togo.

Il costo di questo alcolico nei villaggi rurali arriva a 1,30 € per un litro ed una buona bottiglia può costare dagli 8 ai 13€.
Non  crediate sia poco, anzi per alcune popolazioni Africane è eccessivo a, tanto da non poterselo permettere, per altri invece è all’ordine del giorno… causa anche di diversi conflitti sociali importanti.

Questo alcolico porta diversi nomi in Africa:

In Camerun si chiama Ondoso, Ou hà

in Costa d’Avorio Koutoukou

in Ghana Akpeteshie

in Nigeria Ogoro

in Togo e Benin Sodabi

In molti dei villaggi africani questa bevanda alcolica viene usata come offerta durante le cerimonie religiose vudù.

Ancora prima della seconda guerra mondiale fu proibita la produzione del Sodabi dall’amministratore delle colonie africane ma nel 2012 un giovane americano progettó di diffondere  questo alcolico con il marchio Tambour. ( il suo )

Questo progetto nacque dal fatto che  l’americano di nome Jake Muhleman ospite di un amico nel Benin si innamora di questo prodotto, decidendo quindi di farlo conoscere a livello internazionale.
Percorsero così il Benin in motocicletta per scovare tutte le varie distillerie presenti e poi lanciarono così il loro marchio.
Decisero insieme di non fare un prodotto aggressivo come quello comune portandolo al massimo a 45 gradi alcolici.

Un cocktail interessante con questa bevanda è sicuramente l’Hidden Passion, composto da:

Sodabi, frutto della passione pestato, qualche goccia di succo di limone, un pochino di sciroppo di zucchero di canna e tanto ghiaccio !

Credetemi… è una meraviglia, fresco e piacevole.

 

Sebastien Ferrara è il direttore e sommelier del Ristorante Enrico Bartolini Mudec, 3 stelle Michelin a Milano. Ha effettuato eccellenti esperienze lavorative in Francia, Inghilterra e Svizzera per diversi anni nel settore della ristorazione.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici – Suivez nous

Tag

CATEGORIE/catégories